maggio, 2016 Archive

poesia

POESIA. Ancora

Ancora 
sottili linee 
di slavate parole
Cerchi di asciugare 
A un sole incerto,
Per rileggerle
Senza raschiare
Timbri di voci feticci 
Di giovani labbra rosa
Che anelano la frescura
Sotto palazzi conquistati,
Dentro il recinto
Di giorni bruciati tra le dita.

Read More

poesia

POESIA. Ancora

Ancora 
sottili linee 
di slavate parole
Cerchi di asciugare 
A un sole incerto,
Per rileggerle
Senza raschiare
Timbri di voci feticci 
Di giovani labbra rosa
Che anelano la frescura
Sotto palazzi conquistati,
Dentro il recinto
Di giorni bruciati tra le dita.

Read More

Gioielli

Come si diventa poeti?

Il bacio della musa

Il bacio della musa

Come si diventa poeti? Una domanda veramente complicata, resa ancor più complessa dalla difficoltà di definire il mestiere di poeta. Chi è il poeta? Cosa fa? 

Read More

Gioielli

Pasolini “Padre nostro che sei nei Cieli”

Padre nostro che sei nei Cieli,
io non sono mai stato ridicolo in tutta la vita.
Ho sempre avuto negli occhi un velo d’ironia.
Padre nostro che sei nei Cieli:
ecco un tuo figlio che, in terra, è padre…
È a terra, non si difende più…
Se tu lo interroghi, egli è pronto a risponderti.
È loquace. Come quelli che hanno appena avuto
una disgrazia e sono abituati alle disgrazie.
Anzi, ha bisogno, lui, di parlare:
tanto che ti parla anche se tu non lo interroghi.
Quanta inutile buona educazione!
Non sono mai stato maleducato una volta nella mia vita.
Avevo il tratto staccato dalle cose, e sapevo tacere.
Per difendermi, dopo l’ironia, avevo il silenzio.

Read More

Translate »