poesia

17 poesie in PDF

poesieLe poesie che trovate in questo pdf le ho scritte tra luglio 2016 e febbraio 2017. Ho riscritto la versione definitiva con la macchina da scrivere perché in quel periodo avevo problemi con la stampante e oggi ho deciso di scannerizzare tutto per condividerle sul blog.

Read More

Libri

Sepùlveda, Il vecchio che leggeva romanzi d’amore. Riassunto e recensione

2Il vecchio che leggeva romanzi d’amore (titolo originale Un viejo que leía novelas de amor ) è un romanzo scritto da Luis Sepùlveda e pubblicato nel 1989. Tema centrale di quest’opera è il rifugio nella lettura dalla crudeltà e la spietatezza degli uomini.

Read More

Approfondimenti

Gonzalo Guerrero e la frontiera dell’identità. Intervista all’autore Stefano Menna

9788878015579_0_0_0_75

Ho da poco letto il saggio storico scritto da Stefano Menna “Gonzalo Guerrero e la frontiera dell’identità”, edito da Jouvence, su un personaggio davvero curioso e poco conosciuto in Italia.

Read More

Libri

José Maria Arguedas, I Fiumi Profondi. Riassunto e recensione

 

I Fiumi Profondi è il titolo del romanzo dello scrittore peruviano José Maria Arguedas, pubblicato nel 1958 con il titolo Los ríos profundos.

Read More

Gioielli

Pasolini – La ballata delle madri


Mi domando che madri avete avuto.
Se ora vi vedessero al lavoro
in un mondo a loro sconosciuto,
presi in un giro mai compiuto
d’esperienze così diverse dalle loro,
che sguardo avrebbero negli occhi?
Se fossero lì, mentre voi scrivete
il vostro pezzo, conformisti e barocchi,
o lo passate, a redattori rotti
a ogni compromesso, capirebbero chi siete?

Read More

Libri

Arthur Miller, Focus. Riassunto e recensione

uno

 

Focus è un romanzo scritto da Arthur Miller e pubblicato nel 1945. Lo scrittore americano affronta in questo libro il trema del razzismo in maniera molto efficace e. E’ il protagonista Lawrence Newman, infatti, a provare sulla sua pelle l’intolleranza razziale pur non avendo nulla a che fare con i soggetti discriminati.
Tornano in mente le celebri parole attribuite erroneamente a Bertolt Brecht, che rimbalzano da anni sui social network:

Read More

Libri

“L’estate del cane bambino” di Mario Pistacchio e Laura Toffanello

<<Non si invecchia mai un po’ alla volta. C’è un momento preciso, nella vita, in cui ti accorgi che è successo. È una certezza, e non contano gli anni che hai. Capita quando smetti di andare avanti e ti scopri a guardarti le spalle. Scruti il tempo che se n’è andato. Lì dietro sono rimasti i tuoi unici amici, i ricordi, l’illusione che niente possa mai finire davvero.>>

Read More

Libri

Leonardo Sciascia, Gli zii di Sicilia. Riassunto e recensione

FullSizeRender 2Gli zii di Sicilia è un’opera di Leonardo Sciascia, scritta tra il 1957-58. Inizialmente era composta da tre racconti, La zia d’America, La morte di Stalin, Il quarantotto, ai quali Sciascia aggiungerà nel 1960 L’antimonio.

Read More

Libri

Émile Zola, Il Sogno. Riassunto e recensione

IMG_3144Il Sogno (Le Rêve) è il titolo del romanzo scritto da Émile Zola fra il 1871 e il 1893. E’ il sedicesimo romanzo del ciclo dei Rougon-Mocquart (Il Ventre di Parigi, La bestia umana, Germinal ecc.) e fu pubblicato nel 1888.

Read More

Approfondimenti

Cos’è per Albert Camus una morte nella felicità

Che cos’è, per Albert Camus, «La morte felice»?. E’ una morte in cui il desiderio della felicità si placa, anzi si appaga nella accettazione della « assurda» condizione umana. Questa è una prima definizione di quella morte. Definizione approssimativa, lacunosa, oscura. Come del resto è approssimativo, lacunoso e abbastanza oscuro il romanzo, scritto tra il 1935 e il 1938, e abbandonato per mettere mano a « Lo straniero », il racconto lungo che darà a Camus fama e responsabilità di « maitre à penser ». C’è subito da chiedersi se « La morte felice », non mai pubblicato quando Camus era in vita, abbia una sua legittimità per così dire editoriale adesso che io scrittore è morto. Al suo apparire in Francia il romanzo postumo del teorico de « L’uomo in rivolta » suscitò non poche reazioni contraddittorie. Chi recriminava che il romanzo non fosse rimasto per sempre nel cassetto, e chi sostenne che di una personalità come quella di Albert Camus è bene che si conoscano anche gli intimi inediti, come appunto hanno deciso, con il consenso della vedova, la casa editrice Gallimard e qui da noi Rizzoli.
« La morte felice » è uno di questi inediti, e dichiariamo senza dubbi di sorta che si tratta di un inedito quanto meno suggestivo. Sebbene al livello specifico della poesia, l’opera appare monca, velleitaria e immatura, essa ci permette tuttavia di « leggere » la tormentata preistoria di Camus artista e pensatore. Anzi, per noi è proprio questa immaturità che conferisce a « La morte felice » la sua validità di documento, di autobiografia offerta nella sua patetica forma di confessione.
E’ noto che le esperienze fondamentali di un artista avvengono nella fanciullezza e nell’adolescenza: dopo, non è che un dare espressione ai motivi che cantarono acerbamente e inconsciamente in quel tempo irripetibile.

Read More

Translate »