romanzo Tag Archive

Libri

Arthur Miller, Focus. Riassunto e recensione

uno

 

Focus è un romanzo scritto da Arthur Miller e pubblicato nel 1945. Lo scrittore americano affronta in questo libro il trema del razzismo in maniera molto efficace e. E’ il protagonista Lawrence Newman, infatti, a provare sulla sua pelle l’intolleranza razziale pur non avendo nulla a che fare con i soggetti discriminati.
Tornano in mente le celebri parole attribuite erroneamente a Bertolt Brecht, che rimbalzano da anni sui social network:

Read More

Libri

Jakob von Gunten di Robert Walser. Riassunto e recensione

walserJakob von Gunten è un romanzo di formazione dello scrittore svizzero Robert Walser, pubblicato nel 1909. Racconta le esperienze, sotto forma di diario, vissute dal giovane Jakob Von Gunten nell’Istituto Benjamenta, che si occupa della formazione di maggiordomi. 

Read More

Libri

Il Tallone di Ferro di Jack London

88-07-90033-4_London_Il Tallone di Ferro.inddIl Tallone di Ferro è un romanzo scritto da Jack London nel 1908. E’ un romanzo distopico, che tratta del potere dittatoriale dell’oligarchia negli USA e del tentativo di reazione di un gruppo di persone appartenenti al nascente Partito Socialista degli Stati Uniti d’America. L’ingerenza dell’oligarchia, nel mondo immaginato da London, è talmente opprimente da dirigere tutti gli aspetti della vita degli uomini e delle donne di qualunque ceto sociale.
Secondo la visione socialista dell’autore questo potere sarà sconfitto ma solo attraverso una presa di coscienza collettiva.

Read More

Libri

Joseph Conrad, Con gli occhi dell’Occidente. Riassunto e recensione

schermata-2016-10-17-alle-17-18-57Con gli occhi dell’Occidente è un romanzo scritto da Joseph Conrad e pubblicato nel 1911.  Il protagonista è un giovane studente russo di nome Kirylo Sidorovic Razumov. La sua vicenda, che si sviluppa in anni ancora lontani dalla rivoluzione russa ma comunque ricchi di , è tutta concentrata sul senso di colpa. 

Read More

Libri

August Strindberg, La Camera Rossa. Recensione

La Camera Rossa (Roda Rummet) è un romanzo di Strindberg scritto nel 1879. Ambientato nella Svezia di fine ‘800, narra la vicenda di una serie di personaggi alle prese con una società in rapida evoluzione, divisi tra il desiderio di vivere ai margini di essa e lasciarsi vincere dai suoi vizi e virtù. 

Read More

Libri

Rocco Scotellaro, Uva Puttanella e Contadini del Sud (Recensione)

L’Uva Puttanella (1955) è un romanzo autobiografico incompleto, come incompleta è stata la vita del suo autore Rocco Scotellaro, morto prematuramente a 30 anni per un infarto. Nato a Tricarico, nella miseria degli anni ’20, è una voce importante della letteratura italiana; testimone e protagonista di un modo tutto poetico di mostrare la vita, controversa e spietata.
Rocco Scotellaro ha raccontato la sua terra e i suoi abitanti non nascondendo la sofferenza di chi continuava a vivere sacrificando se stesso, massacrandosi di lavoro nei campi, senza alcuna tutela. Il suo sofferto impegno civile del resto è ben documentato grazie alla sua attività politica, che gli permise di essere sindaco del suo paese e di rendersi conto ancor più da vicino della povertà che attanagliava i suoi abitanti.
Fu arrestato per la sua attività politica ma ne uscì pulito. In Uva Puttanella, dopo aver narrato il carcere e gli amici detenuti, Scotellaro scrive della condizione dei miserabili, condannati all’ingiustizia perenne. Uscire dal carcere non significava riprendersi la libertà, ma vivere condannati per sempre:

Read More

Lettura Zapping

“Io non amo la gente perfetta, quelli che non sono mai caduti”

Author-Boris-Pasternak-at-008Nel capolavoro di Boris Pasternak, Il dottor Živàgo, ho sottolineato queste parole, pronunciate dal dottor Živàgo alla sua amata Lara, ritrovata dopo il suo arruolamento forzato con i partigiani rossi, durante la rivoluzione d’ottobre.

Read More

Lettura Zapping

Louis-Ferdinand Céline. La gran fatica dell’esistenza…

Pensandoci adesso, a tutti i matti che ho conosciuto dal vecchio Baryton, non posso fare a meno di dubitare che esistano altre autentiche realizzazioni del nostro io più profondo che non siano la guerra e la malattia, questi due infiniti dell’incubo.
La gran fatica dell’esistenza non è forse insomma nient’altro che questo grande darsi da fare per restare ragionevoli venti, quarant’anni, o più, per non essere semplicemente, profondamente se stessi, cioè immondi, atroci, assurdi.
L’incubo di dover sempre presentare come un piccolo ideale universale, un superuomo da mane a sera, il sotto uomo zoppicante che ci hanno dato.

Read More

Gioielli

Gioielli

LETTURA ZAPPING. La scena dell’addio tra Emilio e Veve di Mario Soldati (Le due città)

imageSono contento di aprire questa nuova sezione del blog su un argomento che può rivelarsi utile a chi vuole conoscere un romanzo che non ha ancora letto, o che ama immergersi in una particolare scena dell’opera che rivela un sentimento degno di essere citato. Chiamerò questa sezione “Lettura Zapping”, poiché focalizzerò il mio sguardo su quelle vicende, trovate nei libri, che mi piacerebbe condividere con voi.
Dopo aver letto “Il Compagno” di Cesare Pavese mi sono immerso subito nel romanzo di Mario Soldati “Le due città” del 1964. Senza volerlo ho scelto due opere simili tra loro: i protagonisti, Pablo e Emilio, sono entrambi torinesi e lasciano il capoluogo piemontese per recarsi a Roma.

Read More

Translate »